Le guide sostenibili: SISTRI – Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti

586

Pubblichiamo la guida de ilsostenibile.it : SISTRI – Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti che spiega come funziona, chi è tenuto ad utlizzarlo, come ci si iscrive, quali sono le scadenze, le modalità di pagamento.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 13 gennaio 2010 del D.M. 17 dicembre 2009 nasce il SISTRI.

L’obiettivo del sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti è la parziale sostituzione, per i rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi,  dell’attuale sistema cartaceo basato sul registro di carico e scarico, sul formulario rifiuti e sul MUD, con un innovativo procedimento basato su tecnologie informatiche.

L’intero sistema, che interessa circa mezzo milione di imprese italiane, sarebbe dovuto entrare in vigore dal primo Ottobre, sansioni comprese, tuttavia il decreto del 28 settembre 2010, pur lasciando la data del primo ottobre come inizio delll’operatività formale del Sistri fornisce alle aziende altri 3 mesi di tempo per adeguarsi alla nuova normativa e sostituire i supporti cartacei come il registro di carico e scarico dei rifiuti con dispositivi elettronici.

Scarica la Guida SISTRI – Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti

NESSUN COMMENTO