Nucleare e localizzazione siti sul territorio nazionale: La Consulta boccia il Governo, necessario sentire le Regioni

860

La Corte Costituzionale ha dichiarato oggi l’illegittimita’ costituzionale dell’art. 4 del decreto legislativo 15 febbraio 2010, n. 31 (Disciplina della localizzazione, della realizzazione e dell’esercizio nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare, di impianti di fabbricazione del combustibile nucleare, dei sistemi di stoccaggio del combustibile irraggiato e dei rifiuti radioattivi, nonche’ misure compensative e campagne informative al pubblico, a norma dell’articolo 25 della legge 23 luglio 2009, n. 99).

La Corte ha infatti deciso che le regioni interessate dovranno esprimere il loro parere per la costruzione e l’esercizio di impianti nucleari. La parte in cui la Corte ha dichiarato l’illrgittimità è quella in cui non è previsto che la Regione interessata, anteriormente all’intesa con la Conferenza unificata, esprima il proprio parere in ordine al rilascio dell’autorizzazione unica per la costruzione e l’esercizio degli impianti nucleari.


NESSUN COMMENTO