Le Guide Sostenibili: 'Le Centrali Nucleari al Torio: un’alternativa possibile?'

335

Mentre tutto il mondo si sta interrogando sull’opportunità di proseguire i programmi nucleari basati su uranio e plutonio, l’avanguardia nucleare cinese si sta impegnando sulle centrali nucleari al Torio, ideate dal nobel per la fisica l’italiano Carlo Rubbia. Secondo il fisico, il torio (che verrebbe usato al posto dell’uranio) presenterebbe numerosi vantaggi, cinque in particolare:
• Grazie all’uso di questo elemento chimico, le centrali nucleari produrrebbero un millesimo delle scorie radioattive che si producono attualmente e le stesse scorie avrebbero unaradioattività di soli 30 anni (contro i 30.000 di quelle attuali);
• L’uso del torio permette alle centrali di produrre duecento volte più energia a parità di materiale fissile;
• E’ una tecnologia inutilizzabile per la costruzione delle armi nucleari;
• Le centrali alimentate a torio avrebbero il primato di essere molto più sicure;
• Il torio, come materia prima, èdieci volte più abbondante dell’uranio; Nonostante tutti questi apparenti vantaggi solo pochi paesi hanno sviluppato questa speciale filiera nucleare: l’India, ora la Cina e, in parte, anche il Canada.

Continua a leggere, scarica La Guida Sostenibile – Il Torio

NESSUN COMMENTO