Referendum: vincono i SI, anche i titoli in borsa di aziende elettriche ed acqua ne risentono

341

Si avviano verso la conclusione le operazioni di spoglio dei 4 quesiti referendari. E’ormai chiara la vittoria schiacciante del SI, su astensionismo e NO. Intanto arrivano le prime riprercussioni anche dalla Borsa, infatti è salito del 3% il titolo di Enel Green Power e di altre imprese rinnovabili: Kr Energy, +12,01% e Kerself, +12,19%, Pramac (+11,54%), Beghelli (+10,28%). Il titolo verde aveva iniziato a tirare già dalle prime ore della mattinata dopo che le previsioni di raggiungimento del quorum sull’affluenza ai referendum, in particolare sul nucleare, aveva fatto ben sperare gli operatori. Ieri sera è iniziato anche la vendita del titolo Enel, direttamente coinvolto nella costruzione delle centrali. Il colpo di grazia è arrivato dalle dichiarazione del premier che questa mattina ha sentenziato: addio al nucleare per l’Italia. Anche sul fronte dell’acqua Acque Potabili spa ha lasciato sul terreno oltre 7 punti percentuali.


NESSUN COMMENTO