Margherita Hack: 'Perchè sono vegetariana'

582

vegetarianaIn giro per l’Italia continuano gli appuntamenti di Margherita Hack nelle libreria per presentare il suo nuovo libro: “Perché sono vegetariana”. Mercoledì 15 febbraio alle ore 18.00 a Trieste presso la Libreria Lovat, in viale XX Settembre, un A tu per tu con Margherita Hack e la giornalista Agnese Ermacora; e sabato 18 febbraio alle ore 18.00 a Milano presso la Libreria Hoepli, in via Hoepli 5, con Paola Maugeri.

Uscito nelle librerie a dicembre, il libro di Margherita Hack spiega alcune ragioni per cui l’autrice non mangia carne godendo tuttavia di buonissima salute.

“Non ho alcun merito a essere vegetariana, lo sono dalla nascita”: Margherita Hack racconta la sua personale scelta e la sua rinuncia. Ricorrendo come sempre alla scienza, scrive parole importanti in difesa di tutti gli animali, per scuotere le coscienze e far riflettere sul futuro. La più grande astronoma vivente, tratta qui un tema di grandissima attualità accompagnandolo da esperienze personali e citazioni di grandi vegetariani della storia, della letteratura e dell’arte; da Plutarco ad Einstein, così come lo stesso Leonardo da Vinci.

“Anche noi, come tutti i viventi e tutto ciò che si trova sulla terra, siamo il prodotto della morte di grandi stelle esplodenti: le supernove. Questa origine comune dovrebbe farci sentire fratelli di tutti gli esseri viventi, uomini e animali, compresi”

L’autrice, vegetariana dalla nascita, spiega perché uccidere gli animali per nutrirsi non è solo una barbarie ma un danno irreversibile per la salute e l’ambiente. Alle scene cruente dei mattatoi si alternano spiegazioni scientifiche che attingono anche all’astrofisica.

 


NESSUN COMMENTO