Convegno 'Puglia: piattaforma Mediterranea delle rinnovabili sostenibili' – 18 settembre 2013 – Bari

956

ISB 54.412.787In occasione della 77ma edizione della Fiera del Levante, il Distretto dell’Energia Pulita, in collaborazione con EnergiaMedia, organizza un convegno dedicato alla green economy e al ruolo cruciale della Puglia nel bacino del Mediterraneo: ‘Puglia: piattaforma Mediterranea delle rinnovabili sostenibili’

L’appuntamento è per mercoledi 18 settembre presso la sala “Leccio” a partire dalle 10,00.

Una giornata organizzata per discutere di strategie industriali necessarie per il rilancio dell’economia, a partire dalla Puglia. Nell’ambito della green economy, infatti, la Regione Puglia può assumere un ruolo di guida nel settore energetico energetico, proponendo un piano strategico capace di dare una spallata a un sistema che appare ingessato da eccessivi equilibri e incapace di cambiare forma e passo.

L’evento alla Fiera del Levante – luogo simbolico per l’intero Mezzogiorno d’Italia – rappresenta un punto di partenza, manifestazione di volontà per la predisposizone di un modello reale Green Economy. È questa l’occasione per proporre modelli concreti di Smart City anche attraverso PAES e relativi finanziamenti BEI. Il tutto grazie a una forte governance regionale in grado di dare massima espressione a realtà locali e imprese multinazionali.

«Sarà una giornata fortemente operativa, ha dichiarato il presidente del Distretto Produttivo Pugliese delle Energie Rinnovabili e dell’Efficenza Energetica “La Nuova Energia”, Giuseppe Bratta. L’obiettivo è fare il punto della situazione, raccogliere energie e idee per rimettere in moto opportunità concrete di sviluppo economico, sociale, culturale ed energetico»

Nel corso della giornata, oltre al presidente Bratta, interverranno anche il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, il Presidente della Fiera del Levante, Ugo Patroni Griffi e l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Loredana Capone. Accanto agli interventi di carattere istituzionale ci saranno, poi, apporti più spiccatamente tecnici.

 

NESSUN COMMENTO