La crisi porta italiani e stranieri in agrutrismo tra earthing e tree therapy

408

treetherapySono circa mezzo milione gli italiani e gli stranieri che hanno scelto di partire a settembre per trascorrere le vacanze in uno degli oltre ventimila agriturismi italiani dove, sotto la pressione della crisi, si registra un vero boom delle nuove forme di “terapia” con rilassamento naturale per combattere lo stress, dall’earthing alla tree therapy. E’ quanto afferma Coldiretti in occasione dell’ultimo weekend estivo, sulla base delle previsioni di Terranostra che ha presentato il primo “percorso emozionale contadino” nell’area “Agri-Wellness” (corte del Glicine) all’Expo Rurale alla Fortezza da Basso, a Firenze. Una iniziativa per far conoscere le nuove frontiere del wellness in campagna: dalla passeggiata sull’erba a piedi nudi completamente bendati (earthing) alla tree therapy in cui abbracciare un albero  ha un effetto rasserenante e infonde energie positive. Ma anche godersi massaggi rilassanti all’extravergine e degustare prodotti tipici alla “cieca” per “allenare” e rivitalizzare percezioni assopite dal lavoro. Tra le novità – continua la Coldiretti – per gli amanti della vacanza in campagna e della  tranquillità ci sono anche le lezioni di inglese sul prato, la scuola di cucina, il teatro contadino, le letture nel bosco, le lezioni su come fare l’orto con il personal trainer della zappa oltre che le innumerevoli attività sportive all’aria aperta come l’equitazione, il tiro con l’arco e la visita di percorsi naturalistici. Opportunità che – sottolinea la Coldiretti – sono particolarmente apprezzati da quanti scelgono di partire fuori stagione perché amanti della tranquillità e vogliono cogliere l’ultimo scampolo dell’estate per rilassarsi e tornare in forma alla routine quotidiana.
Una vacanza a contatto con la natura con lunghe passeggiate nei boschi, proprio a settembre quando inizia la stagione di raccolta dei funghi, è l’ideale per tanti turisti e buongustai che possono oltretutto anche approfittare delle numerose sagre che proprio in questo mese abbondano per far scoprire tradizioni gastronomiche locali attraverso piatti tipici e specialità prima di arrendersi ai classici sandwich consumati in fretta nelle città durante la pausa pranzo, una volta tornati al lavoro. Se l’attività preferita dall’amante del turismo verde è passeggiare ed esplorare le campagne e il territorio (43 per cento), il mangiare – continua la Coldiretti – infatti si classifica al secondo posto con la possibilità di gustare i prodotti tipici e ricette sapientemente custodite nelle aziende agricole da generazioni. Non è un caso che – precisa la Coldiretti – il 9 per cento degli ospiti degli agriturismi chiede proprio di imparare a cucinare secondo l’Indagine Ipr marketing.
L’offerta agrituristica è profondamente cambiata negli ultimi anni e accanto alla buona tavola, che rimane il vero valore aggiunto, si sono sommate molte attività che – sottolinea la Coldiretti – vanno dalle fattorie didattiche per i piu’ piccoli all’equitazione, al tiro con l’arco, al trekking. In quasi la metà non mancano attività culturali come le visite a percorsi archeologici o naturalistici particolarmente apprezzate in tempi di funghi, tartufi e castagne. E il fatto che quasi un agriturismo su tre in Italia sia condotto da donne ha favorito anche una forte affermazione delle attività legate al benessere, alla cosmetica ed anche alla cucina con corsi ad hoc. In Italia le aziende agricole autorizzate all’esercizio dell’agriturismo sono 20413 è di queste ben il 58 per cento svolge anche attività diverse dal semplice alloggio e ristorazione.
Per scegliere l’agriturismo giusto il consiglio – continua la Coldiretti – è quello di preferire aziende accreditate da associazioni e di rivolgersi su internet a siti comewww.terranostra.it o www.campagnamica.it. Per il 2013 è arrivata anche la nuova App di Terranostra, scaricabile gratuitamente, che fornisce tutte le informazioni sull’agriturismo prescelto. Senza dimenticare – conclude la Coldiretti – il passaparola tra parenti e amici che, per le vacanze in campagna, è sempre molto affidabile.

 

(fonte: coldiretti.it)


NESSUN COMMENTO