Rinnovabili ed efficienza energetica: Banca Etica rilancia il credito agevolato

434

incentiviRilanciare il credito agevolato per le famiglie e le PMI che intendano tagliare la bolletta e tutelare l’ambiente investendo nell’installazione di impianti per l’utilizzo di energie da fonti rinnovabili e per il risparmio energetico. E’ questo l’obiettivo delle nuove convenzioni siglata da Banca Etica con Retenergie, EnergoClub e alcune circoscrizioni regionali di Legambiente (Veneto e Liguria).

Grazie al nuovo accordo tutti gli utenti e le imprese che siano affiliati a una delle reti aderenti potranno ottenere da Banca Etica un mutuo per l’installazione di impianti per l’utilizzo di energie da fonti rinnovabili o per effettuare ristrutturazioni mirate all’efficienza energetica con uno sconto del 50% sulle spese di istruttoria e una riduzione dello 0,10% sul tasso variabile generalmente offerto dalla Banca al pubblico.

«Abbiamo preso atto delle incertezze e delle continue modifiche delle normative fiscali a sostegno delle energie rinnovabili e abbiamo deciso di adattare la nostra offerta di finanziamenti convenienti per permettere ai cittadini e alle piccole imprese di continuare a investire sulle energie pulite – spiega Ugo Biggeri, presidente di Banca popolare Etica -. Negli ultimi anni abbiamo assistito a una vera rivoluzione energetica, con la nascita di 500mila impianti fotovoltaici. Questo percorso non si deve e non si può fermare. Noi di Banca Etica siamo da sempre molto sensibili al tema ambientale e vogliamo fare la nostra parte. La convenzione appena siglata con i nostri partner è un primo passo per rafforzare l’offerta di prodotti finanziari vantaggiosi per le rinnovabili, con particolare attenzione alla promozione dell’autoconsumo e della nascita di gruppi di acquisto di energia green».


«Retenergie ha trovato in Banca Etica una collaborazione costruttiva, un supporto importante ed uno stimolo a valorizzare sempre di più un punto di vista progettuale attento a valori sociali ed etici. La nuova convenzione, mirata a sostenere i singoli progetti dei soci della cooperativa, si delinea come la naturale evoluzione del rapporto di fiducia scaturito da questa collaborazione», aggiunge Marco Mariano, presidente di Retenergie Società Cooperativa.

«Una delle fasi più delicate nel percorso che porta una famiglia a ridurre la propria spesa energetica – sottolinea Gianfranco Padovan, presidente di EnergoClub Onlus – riqualificando la propria casa o installando sistemi rinnovabili, è senz’altro quella dell’accesso al credito. In questi anni già diverse decine di aderenti ai Gruppi d’Acquisto di EnergoClub hanno installato il proprio impianto usufruendo del finanziamento in convenzione con Banca Etica. Andando ad allargare la rosa di prodotti disponibili – dall’auto elettrica agli interventi di coibentazione – Banca Etica si conferma un partner attento alla questione energetica, orientato a facilitare tutte le scelte che un cittadino può fare, anche con la guida di EnergoClub, per contribuire al basso alla transizione dalle fossili alle rinnovabili».

«Ora che la stagione degli incentivi volge al termine, con una solidità tecnologica e un prezzo ormai maturo per le tecnologie del settore, è il momento per i Veneti di spingere sull’autoconsumo: un modo concreto per abbattere le proprie bollette e diminuire l’inquinamento dei nostri territori» conclude Davide Sabbadin, Responsabile settore Energia ed Agricoltura per Legambiente Veneto.

NESSUN COMMENTO