Umbria Green Card per un turismo sostenibile

516

TSi chiama “Umbria Green Card” ed è lo strumento ideato per sviluppare in Umbria una forma di turismo “green”, che offra ai visitatori la possibilità di conoscere e vivere il territorio con particolare attenzione all’ambiente e, inoltre, permetta di ottenere numerosi servizi ad un prezzo agevolato tramite l’utilizzo di un’apposita carta magnetica.
Il progetto, elaborato da Techne s.r.l., società specializzata in servizi per energia e ambiente, è stato presentato in conferenza stampa nella Sala Pagliacci della Provincia di Perugia dall’amministratore dell’azienda Luciano Zepparelli.
L’idea alla base del progetto è quella di unire l’opportunità di usufruire di sconti sui servizi offerti da agriturismi, ristoranti, musei, trasporti pubblici, alla possibilità di dare al turismo regionale un’impronta “green”, promuovendo forme di mobilità alternativa come l’impiego di veicoli elettrici. I
n sostanza, attraverso l’acquisto di una card (della validità di 1, 3 o 7 giorni), è possibile accedere gratuitamente o a prezzo ridotto a servizi ricettivi, strutture culturali e museali, guide turistiche, trasporti, eventi speciali. “Umbria Green Card” inizialmente interesserà la Media Valle del Tevere, coinvolgendo i comuni di Marsciano, San Venanzo, Fratta Todina, Deruta, Todi, Monte Castello di Vibio, Collazzone e Massa Martana. Tuttavia, è già stato previsto uno specifico itinerario per le aree del Perugino e dell’Assisano, con l’obiettivo di un successivo e graduale allargamento all’intero territorio regionale.
Il progetto ha ottenuto il patrocinio della Provincia di Perugia e di Terni e dei Comuni di Deruta, Fabro, Fratta Todina, Massa Martana, Monte Castello di Vibio, San Venanzo e Todi. Il progetto al momento propone otto diversi itinerari per conoscere più a fondo il marscianese, anche se come detto, è intenzione dei promotori estendere il progetto ad altre aree regionali fino ad abbracciare l’intera Umbria da qui al 2018.
“Questo progetto – ha dichiarato l’assessore provinciale al turismo Roberto Bertini – si lega bene alle tante iniziative che la Provincia promuove sul territorio, ma soprattutto sa interpretare lo spirito del turismo sostenibile che oggi è molto ambito e ricercato. Oggi più che mai, alla luce di quanto si sta verificando in altre regioni italiane, dobbiamo fare il massimo sforzo per valorizzare le qualità ambientali della nostra regione e renderla più appetibile, allungando per esempio la permanenza media dei turisti che attualmente è di appenda due giorni”. Bertini ha quindi espresso la volontà della Provincia di collaborare al fine di ampliare geograficamente l’esperienza della “Green Card”. Anche per il sindaco di Montecastello di Vibio, Roberto Cerquaglia, il progetto contiene aspetti molto innovativi, capaci di produrre effetti significativi per l’economia turistica della regione. Per l’assessore al turismo del Comune di Marsciano Giuseppe Treppaoli si tratta di un’iniziativa “che aggancia un tipo di turismo molto adatto alle caratteristiche geografiche dell’area in cui si cala”.
Il progetto della “Umbria green card” sarà presentato al pubblico venerdì 29 novembre alle ore 18.00, presso il Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio.

NESSUN COMMENTO