Campania Por Fesr 2014-2020: 616 milioni per Energia Sostenibile

981

E’ stato presentato ieri a napoli il  Por Fesr 2014-2020 della Regione Campania  che mette in campo  4 miliardi e 113 milioni di euro, suddivisi in 10 assi.
Gli assi principali di spesa saranno “l’energia sostenibile”, con una dotazione di 616 milioni mezzo, e l’asse “ricerca e innovazione” a cui vengono assegnati 514 milioni e 760 mila euro.

La fetta più ampia della dotazione finanziaria per un unico asse è stata riservata all’asse 6 “Tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale” a cui sono assegnati 996.652.788 euro, di cui oltre 747 milioni di finanziamenti europei e 249 di cofinanziamento nazionale.

La suddivisione nel Por Campania 2014 2020 degli oltre quattro miliardi di finanziamenti tra fondi Ue e cofinanziamento italiano darà grande attenzione allo sviluppo del tessuto produttivo, con oltre 352 milioni destinati all’asse “Competitività del sistema produttivo”. Fondi ingenti saranno assegnati, in una regione come la Campania ad alto rischio sismico e vulcanico, anche all’asse “Prevenzione rischi naturali e antropici” a cui nel Por sono assegnati oltre 369 milioni e 651.000 euro.
Le altre dotazioni sono: Ict e agenda digitale, fondi per 349.083.667 euro; trasporti 223.508.635 euro; inclusione sociale 152.143.349 euro; infrastrutture per il sistema dell’istruzione regionale 149.576.693; sviluppo urbano 286.030.268 euro. Nel programma sono previsti anche 103 milioni per l’assistenza tecnica allo sviluppo dei progetti.

 “Innovazione e ricercaafferma De Lucasono le novità assolute del nuovo POR.  Abbiamo infatti previsto finanziamenti imponenti per la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica. Pensiamo a settori nei quali abbiamo una grande presenza come Regione Campania, e cioè ricerca biologica e molecolare, ricerca medica e aerospaziale, ricerca nell’agroalimentare. Un grande investimento nella ricerca che significa mettere in condizioni la Campania e il suo apparato produttivo di essere competitiva sul piano mondiale“.

Il POR va incontro anche alla soluzione dei grandi problemi come quello ambientale (Terra dei Fuochi, rifiuti) da risolvere definitivamente insieme alla depurazione delle acque. Altro campo di destinazione dei fondi sono le reti della mobilità ed infrastrutture ferroviarie: dovremo completare la metropolitana regionale, prolungando alcuni tratti come quello Salerno-Università, Salerno-Avellino; completare la rete su Napoli con investimenti imponenti. Pensiamo poi alla realizzazione di 200 asili nido nella Regione Campania“.

Il governatore campano ha chiuso il comunicato stampa affermando “Si apre una stagione straordinaria, ora o mai più“.

NESSUN COMMENTO