Premio Brand & Landscape: progettazione e riconversione delle ex aree industriali

673

Realizzare interventi nelle aree ex produttive e restituire alle città nuovi utilizzi dello spazio per rispondere alle domande di qualità e di benessere che provengono dalle comunità: è un tema sul quale l’architettura si cimenta da tempo, per rispondere ad alcuni degli elementi di crisi della città contemporanea, rappresentati proprio del rapporto tra produzione e luoghi di lavoro e dalla possibilità di riconversione delle ex aree industriali con tutte le implicazioni che riguardano il mondo del lavoro e dell’industria e, di conseguenza, lo stesso tessuto sociale.

È quindi di strettissima attualità il contenuto del Premio Brand & Landscape” – promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e da Paysage Promozione e Sviluppo per l’Architettura del Paesaggio – in occasione della XXI Esposizione Internazionale della Triennale, con scadenza fissata il prossimo 20 maggio.

Rivolto ad Architetti, Pianificatori Paesaggisti, Conservatori,  Ingegneri e ad  altri professionisti iscritti ad albi professionali, a Studenti ed Università, Pubbliche Amministrazioni, Enti Pubblici, Associazioni, Fondazioni, il Premio ha il fine di promuovere idee e suggestioni sui nuovi rapporti tra il paesaggio e i luoghi di produzione, con lo scopo di raccogliere e mettere a confronto progetti e realizzazioni, ponendo in luce “buone pratiche” nelle quali la progettazione del paesaggio dei luoghi di produzione diviene strumento per la comunicazione dei valori della sostenibilità, della bellezza, e di quelli aziendali, dell’integrazione con il paesaggio circostante, tracciando così anche  un nuovo orizzonte del “fare impresa”.

La Premiazione dei progetti selezionati si terrà nel corso del Simposio internazionale “Brand & Landscape” Industria&Paesaggio – Drosscape – Rigenerazione urbana – Integrazione – Corporate identity -” in programma il prossimo 17 giugno al Palazzo della Triennale di Milano. Appuntamento che intende attrarre l’eccellenza della progettazione internazionale nell’ambito dell’architettura del paesaggio e avviare una riflessione proprio  sul disegno del paesaggio come strumento di miglioramento e di ampliamento dei valori complessivi dei brand industriali, attraverso un vero e proprio progetto del verde, dove la vegetazione e gli elementi di paesaggio diventano un valore aggiunto per le imprese.

NESSUN COMMENTO