Ad Ugento (LE) arrivano le Case dell’Acqua – meno rifiuti e vantaggi economici per le famiglie

1084

Il 21 Luglio, saranno inaugurate ad Ugento tre Case dell’acqua cosi dislocate all’interno del territorio Comunale:

  • Piazza Italia – Ugento;
  • Via Martino Ricchiuto – Gemini;
  • Via Imperatore Traiano – Torre San Giovanni.

Ogni cittadino italiano spende in media 200,00 euro l’anno per l’acquisto di acqua in bottiglia.

L’acqua è conservata nelle bottiglie di plastica da 3 a 9 mesi e nel prezzo della bottiglia solo il 5% è dovuto al costo della “materia prima” (cioè l’acqua), il resto è dovuto al costo della bottiglia, del trasporto, della pubblicità.

In una famiglia media si consumano circa 800 litri di acqua all’anno, pari a 540 bottiglie da 1,5 litri. Per produrle si impegnano 54 Kg di petrolio e 324 litri di acqua, emettendo 43 Kg di CO2 in atmosfera. Per trasportare gli 800 litri di acqua si impegnano 11 litri di gasolio emettendo 26 kg si CO2.

L’acqua in bottiglia, oltre a comportare un grave danno ambientale, costa oltre mille volte l’acqua del rubinetto e spesso la qualità non è migliore rispetto a quella dell’acqua Comunale.

Le CASE DELL’ACQUA sono erogatori di acqua pubblica, micro-filtrata e refrigerata.
L’acqua erogata viene  purificata dalle sostanze indesiderate (i sapori sgradevoli, i batteri, i residui organici e inorganici) che possono infiltrarsi nelle fonti da cui attingono gli acquedotti; i filtri sono in grado di trattenere tutte le impurità di grandezza fino a 0,5 micron (milionesimi di millimetro), eliminano le sostanze in sospensione non visibili ad occhio nudo, il cloro residuo libero e le sostanze organiche presenti nell’acqua potabile. Gli stessi filtri sono certificati TIFQ. Inoltre, a valle del filtro è installata una lampada a raggi UV al fine di garantire l’eliminazione della carica batterica residua, quindi altamente sicura. Oltre al fatto che l’acqua è sempre refrigerata e c’è sia la naturale che la frizzante

L’erogazione è programmata per il rilascio di un litro d’acqua naturale o frizzante, a temperatura ambiente o refrigerata con un costo per l’utente-cittadino di soli 5 centesimi.

L’installazione della CASE DELL’ACQUA permette dunque di ridurre alla fonte la produzione di imballaggi e la riduzione della produzione del rifiuto di plastica. Inoltre, realizza un abbassamento della spesa delle famiglie, derivante dall’acquisto di acque imbottigliate.

Il consumo dell’acqua potabile viene garantito dai continui controlli effettuati dalle aziende sanitarie locali in relazione agli standard di qualità e sicurezza.

Per informazioni sull’installazione di case dell’acqua nel tuo Comune Spring Srl

 

NESSUN COMMENTO